Marco Monaco – Osteopata e Fisioterapista a Torino

L’infiammazione, conseguente ad una condizione disfunzionale o un danno tissutale, si manifesta a livello dei recettori algogeni e lo riporta alla coscienza attraverso il segnale nervoso percepito come dolore. Un qualunque dolore fa riferimento ad un potenziale danno al tessuto e deve quindi essere considerato un campanello di allarme del corpo che evidenzia un danno tessutale.

La plasticità del sistema nervoso, può a volte, in seguito e differenti cause, portare ad un’alterzione del segnale novicettivo che dalla periferia si porta al cervello, dove viene interpretato. In conseguenza a questa plasticità maladattativa si può creare una condizione di facilitazione del segnale nervoso che continua a inviare informazioni anche in conseguenza a stimoli non lesivi (ad esempio una variazione di temperatura, un contatto superficiale o un movimento banale) che portano ad un quadro sintomatologico complesso è fortemente invalidante.

In queste condizioni le terapie classiche non hanno una efficacia che parziale e il quadro sindromico deve essere affrontato con un complesso di interventi multidisciplinari orchestrati e studiati sul singolo caso.

 

Se pensi di soffrire di questa condizione di dolore cronico neuropatico prova ad eseguire questo test, al termine del quale avrai un’indicazione sulla tipologia di dolore riferito.

N.b.: Il presente questionario sul dolore non sostituisce la diagnosi di un medico e deve essere inteso solamente come indicativo di una componente neuropatica del dolore riferito